Podcast: Don Puglisi

Molte persone mostrano il proprio coraggio in situazioni estreme. Il podcast di oggi parla di una delle persone più coraggiose d’Italia: don Puglisi. Ascoltate il podcast per saperne di più!

Many people show their courage in extreme situations. Today’s podcast talks about one of Italy’s bravest people: don Puglisi. Listen to the podcast to find out more! 

Listening n° 97

Buon ascolto!


IL CORAGGIO ESEMPLARE DI DON PUGLISI

Tutti vogliono essere coraggiosi. Quando, però, è in ballo la propria vita o quella dei propri cari, il coraggio spesso si volatilizza e l’istinto di sopravvivenza prevale, contro ogni etica o morale.

Questa mancanza di coraggio non è capitata a don Pino Puglisi.

Nato a Palermo nel 1936, Giuseppe Puglisi diventa sacerdote nel 1960.

Nelle città in cui viene nominato parroco, don Puglisi cerca di attuare dei cambiamenti. Nel paesino di Godrano, ad esempio, la sua opera di evangelizzazione riesce ad appianare i feroci contrasti tra due famiglie mafiose.

È però nel quartiere Brancaccio di Palermo che la sua lotta contro la mafia comincia con forza. I fratelli Graviano controllano la zona e sono considerati degli idoli da bambini e da ragazzi perché si fanno rispettare da tutti. Don Puglisi decide quindi di organizzare dei giochi e delle attività rivolte ai giovani, per non farli cadere nella rete della mafia, insegnandogli che esistono altri modi per ottenere il rispetto.

Il sacerdote, ignorando le minacce di morte che gli arrivano, continua inoltre ad attaccare i mafiosi durante le sue celebrazioni finché, diventato una persona troppo scomoda, viene ucciso il 15 settembre 1993, giorno del suo compleanno.

Grazie alla confessione di uno degli omicidi di don Puglisi, gli esecutori e i mandanti del delitto, i fratelli Graviano, ricevono la condanna all’ergastolo.


Domande:

1) Chi è don Puglisi?

2) Come si comporta nel quartiere Brancaccio?

3) Cosa succede nel 1993?

Lascia un commento