fbpx

Podcast: Fausto Coppi

Bentornati ragazzi e buon 2019! Cominciamo il nuovo anno digerendo tutto quello che abbiamo mangiato durante le feste con un po’ di … sport! Sapete chi è Fausto Coppi? Ascoltate il podcast per sapere perché questo sportivo italiano è così famoso!

Welcome back guys and happy 2019! Let’s start the new year by digesting everything we ate during the holidays with a bit of … sport! Do you know who Fausto Coppi is? Listen to the podcast to know why this Italian sportsman is so famous!

Listening n° 111

Buon ascolto!


LA LEGGENDARIA RIVALITÀ TRA COPPI E BARTALI

Coppi nacque in Piemonte nel 1919 e cominciò ad appassionarsi al ciclismo da giovane.

La sua carriera da professionista iniziò nell’inverno del 1939, portandolo a gareggiare alla ventottesima edizione del Giro d’Italia l’anno successivo.

Proprio durante la sua partecipazione al Giro d’Italia, Fausto Coppi stupì tutti gli appassionati di ciclismo con i suoi risultati: la maglia rosa, simbolo del leader della competizione, divenne sua per la prima volta nel 1940. Fu il più giovane ciclista a raggiungere questo importante traguardo sportivo.

La vittoria al Giro d’Italia 1940 diede via alla celeberrima rivalità tra l’esordiente Fausto Coppi e il maestro Gino Bartali, un rapporto che ha entusiasmato gli appassionati ed è addirittura entrato nella storia italiana.

Soprannominato “il Campionissimo” e “l’Airone”, Coppi, come Bartali, dovette fermare la sua attività di ciclista a causa dell’entrata in guerra dell’Italia.

Nella sua carriera ciclistica, Fausto Coppi vinse cinque volte il Giro d’Italia e due volte il Tour de France.

Morì a soli 40 anni nel gennaio del 1960, dopo aver contratto la malaria in un viaggio in Burkina Faso. Un corteo di 50 mila persone accompagnò il feretro a Castellania, città di nascita del Campionissimo.

Bartali passa una bottiglia d’acqua a Coppi durante il Tour de France del 1952

Domande:

1) Chi era Fausto Coppi?

2) Cosa successe nel 1940?

3) Chi era Gino Bartali e perché è sempre associato a Fausto Coppi?

Lascia un commento