Podcast: Giacomo Matteotti contro il fascismo

Uno dei periodi più complicati e problematici della storia italiana è avvenuto durante il fascismo. Ma come si è rafforzato? Chi è Giacomo Matteotti e che ruolo ha in tutto questo?

One of the most complicated and troublesome times of Italian history took place during fascism. But how did it get stronger? Who is Giacomo Matteotti and what role does he have in all this?

Listening n° 38

Buon ascolto!


GIACOMO MATTEOTTI E L’INIZIO DEL REGIME FASCISTA

Nato nel 1885 in provincia di Rovigo, Giacomo Matteotti entrò giovane nel movimento socialista italiano. Laureatosi in Giurisprudenza, fu da sempre contrario alla guerra.

Nel frattempo, Mussolini aveva già effettuato la marcia su Roma (1922) e stava cominciando a trasformare l’Italia in un governo autoritario in modo significativo: in quegli anni, infatti, Mussolini istituì il Gran Consiglio del fascismo e la Milizia volontaria per la sicurezza nazionale.

D’altra parte, Giacomo Matteotti diventò uno dei maggiori esponenti del partito socialista, anche se il partito fascista continuava a risultare il favorito alle vicine elezioni elettorali.

Nonostante la sicurezza della vittoria, Mussolini continuò le repressioni nei confronti degli oppositori, con sequestri di giornali e arresti preventivi.

Tutto ciò venne coraggiosamente denunciato da Giacomo Matteotti: il 30 maggio 1924, a elezioni concluse e vinte dal partito fascista, tenne alla Camera un duro discorso contro il governo.

Dieci giorni dopo, Matteotti venne rapito, picchiato e accoltellato. Il suo corpo verrà trovato molte settimane dopo.

Il coraggio e la tragica fine del deputato socialista spinse l’opposizione a lasciare il Parlamento per protesta. Questo non intimidì Mussolini, che anzi approfittò della situazione: il 3 gennaio 1925, in un discorso alla Camera dichiarò di assumersi la responsabilità politica, morale e storica dei fatti accaduti in Italia nei mesi precedenti.

Gli storici considerano questa dichiarazione la costituzione del fascismo come regime autoritario.

giacomo matteotti
“Uccidete pure me, ma l’idea che è in me non l’ucciderete mai.”

 


Domande:

1) Chi è Giacomo Matteotti?

2) Che cosa succede nel 1922?

3) Che cosa denuncia coraggiosamente Matteotti?  

4) Ci furono delle conseguenze?

5) Perché il 3 gennaio 1925 è una data storica?

Lascia un commento