Podcast – Le Olimpiadi moderne

L’ultima volta abbiamo imparato delle informazioni sulle Olimpiadi della Grecia antica. Oggi scopriremo…

Last time we learnt some information about the Olympic games of the ancient Greece. Today we learn …

Listening n° 8

L’importante non è vincere, ma partecipare. Do you know the meaning of this sentence? 

Buon ascolto!


LE OLIMPIADI AI GIORNI NOSTRI

Le Olimpiadi greche continuarono a svolgersi solo fino al 393 dopo Cristo, quando vennero proibite dall’imperatore romano Teodosio I.

Alla fine del diciannovesimo secolo, il barone francese Pierre de Coubertin decide di far rinascere i Giochi Olimpici per riunire i popoli nello sport, anziché nella guerra.

Il 1896 diventa quindi il primo anno delle Olimpiadi dell’età moderna, riscuotendo grande successo.

Il simbolo dei Giochi olimpici dell’epoca moderna diventa la bandiera bianca con al centro i cinque cerchi azzurro, giallo, nero, verde e rosso.

Pierre de Coubertin spiega che i cinque cerchi simboleggiano i cinque continenti della Terra: Europa, Asia, Africa, America, Oceania.

De Coubertin diventa famoso anche per il motto non ufficiale delle Olimpiadi che poi si è diffuso in ogni ambito: “L’importante non è vincere, ma partecipare.”

Nella cerimonia di apertura, ogni nazione sfila dietro al proprio portabandiera. Viene poi suonato l’inno olimpico, mentre alla fine compare il tedoforo che porta la fiamma olimpica. Il braciere viene acceso e nello stesso momento delle colombe vengono liberate, come simbolo di pace.

Olimpiadi


Domande:

1) Perché le Olimpiadi antiche non furono più celebrate?

2) Quando ricominciano le Olimpiadi nell’età moderna?

3) Cosa significano i cinque cerchi, simbolo dei giochi olimpici?

4) Chi è Pierre de Coubertin?

5) Cosa succede nella cerimonia di apertura?

Lascia un commento