Podcast: Margherita Hack

Ci sono molti scienziati, ricercatori e premi Nobel italiani. Oggi vi racconterò di uno di loro, o meglio: una di loro. Forse ne avrete già sentito parlare, quindi ascoltate il podcast e controllate quanto sapete su Margherita Hack.

There are many Italian scientists, researchers and Nobel prizes. Today, I’ll tell you about one of them: you’ve probably already heard about her, so listen to the podcast and check how much you know  about Margherita Hack.

Listening n° 41

Buon ascolto!


MARGHERITA HACK, LA SIGNORA DELLE STELLE

Margherita Hack è considerata come una tra le più importanti e innovative donne della storia.

Nata nel 1922 a Firenze da padre di origini svizzere e da madre toscana, vive il periodo fascista, a causa del quale non riesce a ottenere il diploma di scuola superiore.

Finita la Seconda Guerra Mondiale, frequenta l’Università di Fisica a Firenze, laureandosi con una tesi di astrofisica.

Nel 1948 comincia a insegnare e successivamente intraprende il lavoro di divulgatrice scientifica.

Nel ’64, Hack ottiene la cattedra di astronomia presso l’Istituto di Fisica teorica dell’Università di Trieste. Diventa la prima donna a dirigere l’Osservatorio astronomico triestino e, grazie alla sua ricerca e alla ventennale gestione dell’Osservatorio, apre successivamente il Dipartimento di Astronomia.

Numerose sono le sue pubblicazioni di testi scientifici universitari, nonché le collaborazioni con giornali e riviste specializzate; ha inoltre lavorato in osservatori americani ed europei, partecipando anche a gruppi di lavoro dell’ESA e della NASA.

Molto attiva in campo sociale e politico, Margherita Hack era fermamente atea e credeva che l’etica di una persona nascesse dalla sua coscienza affinché chiunque potesse vivere in modo rispettoso verso tutti.

Si spegne il 29 giugno 2013 nella sua amata Trieste, all’età di 91 anni.

 

margherita hack


Domande:

1) Chi è Margherita Hack?

2) In che cosa si laurea?

3) Cosa succede nel 1964?  

4) Secondo lei, l’etica deriva dalla religione?

Lascia un commento