Podcast: La tragedia di Superga

La vita è fatta di gioie e di dolori. Alcuni sono personali, altri sono vissuti da più persone. Nel podcast di oggi parliamo di una disgrazia che ha lasciato senza parole gli italiani. Ascolta il podcast per saperne di più!

Life is made of joys and sorrows. Some are personal, others are lived by more than one person. In today’s podcast we talk about a misfortune that left Italians speechless. Listen to the podcast to find out more!

Listening n° 82

Buon ascolto!


IL GRANDE TORINO E LA TRAGEDIA DI SUPERGA

Il Grande Torino non era solo una squadra di calcio, era un sogno per tanti appassionati.

Negli anni Quaranta del Ventesimo secolo, questa squadra era diventata una delle formazioni di calcio più forti del mondo, nonché la colonna portante della squadra nazionale italiana.

Nel 1949, la squadra stava ritornando da Lisbona, dopo una partita amichevole con il Benfica.

Le condizioni meteorologiche erano avverse: pioggia, vento, scarsissima visibilità.

Alle 16.59 del 4 maggio 1949, la torre di controllo ricevette un messaggio dal pilota: entro breve l’aereo si sarebbe diretto verso Superga, uno dei colli più alti di Torino.

Pochi minuti dopo, l’aereo si schiantò: il pilota, credendo di trovarsi a una quota di sicurezza, preparò il velivolo all’atterraggio, abbattendosi sul terrapieno posteriore della basilica di Superga.

Le vittime furono trentuno: i calciatori, di età compresa tra i 21 e i 33 anni, i dirigenti, gli allenatori, i giornalisti e l’equipaggio.

La tragedia ebbe un notevole impatto in Italia, ma anche all’estero: il giorno dei funerali quasi un milione di persone diede l’ultimo saluto alla squadra del Grande Torino.

La stagione calcistica 1948-49 fu giocata dalla formazione giovanile del Torino: vinse tutte le partite rimanenti, aggiudicandosi un amaro primo posto nel campionato.


Domande:

1) Che cos’era il Grande Torino?

2) Cosa successe il 4 maggio 1949?

3) Quali furono le vittime?

Lascia un commento